Genere Rock Blog

Blog socioculturale orientato essenzialmente sullo stato reale delle cose. Teorie e punti di vista personali basati sulla attualità e sulla sovranità del singolo individuo. Sapere è potere e chi ama il Rock ama anche e soprattutto vivere la sua indipendenza nel rispetto reciproco e in totale libertà!

Puoi non essere d'accordo su ciò che troverai pubblicato in questo blog ma ricordati sempre che: io non voglio o devo convincerti su nulla e tu non hai bisogno di sapere se è vero o meno!

Work in progress...

mercoledì 25 giugno 2014

Di Sanremo 2014 scriverei che...


Ariston 2014. Un Tempio Massonico

Tutto diventa una normalità, anche farsi derubare della dignità da chi dovrebbe assicurarla e difenderla. Diventa una normalità anche il dover sopportare quella stridula semi-voce monotono che farfuglia frasi senza senso, credendo di far ridere chi la sente ma non la ascolta, con battute puerili e meschine che non esprimono nulla, tranne il limite del suo essere unilaterale, solo e sempre lei, Luciana Littizzetto (the voice), insieme al magnate della parola Fabio Fazio (faccia d'angelo); i portatori sani della cultura in diretta TV, oligarchia pura...



In tutto questo fasto, all'apparenza parsimonioso e solidale, a dimostrare che è una massmediatica farsa, c'è anche la scenografia del teatro Ariston, da alcuni dichiarata semplicemente classica. Ma che ad un occhio più attento e sapiente, traspare una scenografia prettamente massonica, cominciando dal pavimento a scacchi bianchi e neri, effetti grafici con l'arco in alto (tipo l'immagine) con la scala che scende; e le pareti, e tutto il resto tutt'intorno da l'impressione di essere all'interno di una loggia massonica.

Ma non basta, poiché si materializzano delle forme in base alla canzone che si sta esibendo come ad esempio delle chiavi che man mano si uniscono in una sola (vi ricordate quella dell'immagine?) in mezzo ad un cerchio, altro simbolo massonico che ne determina il possesso per aprire qualcosa di molto importante, eccetera, eccetera.

E poi i presentatori; Fazio, Littizzetto, e gli artisti, quelli BIG, iniziando da Ligabue e via discorrendo, tutti legati a doppio filo con la massoneria. Ma quello che soprattutto ha stupito e che in quello sconcertato concerto, sul palco più floreale del mondo, non c'era NEMMENO UN FIORE!.

Il vestito a farfalla della Littizzetto simbolo del Controllo Mentale Monarch



Pavimento Massonico
Sanremo, non è uno spettacolo pubblico, non lo è mai stato se non all'inizio, nei primi due o tre anni, ma che poi fino ad oggi, è diventato un Club privato di meschini capitalisti senza anima né coscienza, quello è il loro mondo, mentre fuori c'è aria di tempesta.
 
°Congiunzione Astrale°
  
E che dire poi di quelle patetiche scenette di faccia d'angelo (Fazio) e the voice (Littizzetto)? mediocri, puerili, commedianti di loro stessi, esseri limitatamente consapevoli, più meno che più, rappresentanti di una falsa ideologia, oligarchica e unilaterale, portatori sani di un virus che infetta l'intera cultura, quella vera, che offende e deruba la dignità di chi li sente ma non li ascolta, sono loro i veri propagandisti delle lobby di capitalisti senza scrupoli né moralità alcuna ... essi sono lo specchio di questa società alla rovescia, un mondo dorato che prima o poi si scrollerà di dosso il loro inutile esistere!

§GR§