Genere Rock Blog

Blog socioculturale orientato essenzialmente sullo stato reale delle cose. Teorie e punti di vista personali basati sulla attualità e sulla sovranità del singolo individuo. Sapere è potere e chi ama il Rock ama anche e soprattutto vivere la sua indipendenza nel rispetto reciproco e in totale libertà!

Puoi non essere d'accordo su ciò che troverai pubblicato in questo blog ma ricordati sempre che: io non voglio o devo convincerti su nulla e tu non hai bisogno di sapere se è vero o meno!

Work in progress...

lunedì 16 febbraio 2015

Il Nuovo Presidente


Hanno rispolverato e aperto il sarcofago, tirando fuori l'ennesima mummia. Un sopravvissuto (da chiedersi come mai) del pre-Tangentopoli, l'incarnazione stessa della voracissima Casta, anzi l'incarnazione di molte e potenti caste messe assieme. Siculo, figlio di tre generazioni di notabili meridionali, nato e vissuto nella bambagia.
Il neo Presidente ha due fratelli, uno ucciso, non si sa bene perché e stranamente nessun giornalista lo dice e lo spiega, dalla mafia, e un fratello reietto e inesistente.

Il papà Bernardo Mattarella, democristiano doc, secondo la relazione di Beppe Niccolai arrestato del 1950, sembra essere stato il mandante della strage di Portella delle Ginestre. Bernardo fu prosciolto in istruttoria. Ma nel 1992 però il Guardasigilli Claudio Martelli disse che "Bernardo Mattarella, secondo gli atti della Commissione Antimafia e secondo Pio La Torre, fu il leader politico che tragehttò la mafia siciliana dal fascismo, dalla monarchia e dal separatismo, verso la DC".

La Sicilia e i fratelli d'italia festeggiano il nuovo Presidente.
Ecco il suo ritratto:
  • È uno che garantisce al massimo il gruppo trasversale che ha preso il potere sia in Italia che in Vaticano: il gruppo gesuita-massonico. 
  • È uno che garantisce che il gruppo perdente, quello opusdeista-piduista di destra, non verrà per il momento massacrato ulteriormente; o almeno non verrà massacrato subito. 
  • È uno che garantisce nelle scelte per il governo che il prescelto sia sempre mondialista, vicino alla finanza tipo Goldman Sachs, ai gesuiti e alla grande massoneria internazionale. 
  • È uno che garantisce che correremo a formare il superstato europeo, come fase intermendia del superstato orwelliano centrale, cedendo libertà e sovranità. 
  • È uno che garantisce che farà da amplificatore alle pressioni della finanza internazionale.
  • È uno che garantisce che faremo interventi militari anticostituzionali, se la NATO lo richiede.
  • È uno che garantisce che i vecchi poteri, in parte camuffati da nuovi, continueranno a governarci. 

Ecco chi è il nuovo Presidente, che presiede il Parlamento.
Non può essere diverso da così, perché solo se è uno così si forma la maggioranza parlamentare per eleggerlo. Ma non sarà mai il nostro Presidente.

Quanto sopra è scritto si compara con il 17 aprile 2013 per la precedente elezione presidenziale: È ANCORA ESATTAMENTE COSÌ.

Ed il Presidente che abbiamo avuto, Napolitano, ha svolto esattamente il ruolo da noi descritto allora.

Ora il nuovo Presidente potrebbe anche essere un pò diverso apparentemente. Magari non uno come l’algido Napolitano, messo lì a guidare militarmente ed autoritariamente il colpo di Stato. Ora c’è una maggioranza solidamente in mano all’asse gesuita-massonico che gode di una legge truffa elettorale che la garantisce.

Potrebbe essere uno che fa il buono, il piacione, alla papafrancesco, per farci ingoiare altre, prossime nefandezze e perdite di sovranità.

Ma anche questo NON SARÀ IL NOSTRO PRESIDENTE !
Eletto in modo fulmineo il nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Ma chi è questo signore che sostituisce Napolitano? È meglio o peggio?

Facciamoci alcun domande:
  • Chi è talmente forte da fare in modo che uno come Renzi riesca sempre a vincere?
  • Chi è cosi potente da riuscire a mettere d’accordo tutte le litigiose correnti del PD?
  • Chi è così bene infiltrato in una destra ricattata e indebolita, da imporle quello che vuole?
  • Chi è che da sempre controlla nell’ombra i piccoli partiti della sinistra radicale?
  • Chi è che è capace di tenere il 5stelle vociante ma del tutto incapace di qualsiasi influenza sul gioco politico?
  • Chi è che è così potente da fare in modo che un vecchio politico attraversi indenne la Prima e la Seconda Repubblica, sempre salvo dagli scandali, sopravvivendo a tutto, fino ad arrivare alla Presidenza della Repubblica?
  • Chi è così forte da poter prendere una personalità grigia, compromessa con tutti i giochi del potere siciliano e nazionale, e farla diventare il “supereroe che meglio non ce n’è” per il vertice dello Stato? E farlo scegliere dal finto rottamatore Renzi? 

I Gesuiti.
Sì sono proprio loro, che finalmente, come nel caso del Papato, della BCE, dei vertici europei e del Presidente del Consiglio, hanno messo alla Presidenza della Repubblica direttamente uno dei loro uomini.
Non più e solo uno da loro manovrato e condizionato, come nel caso di Napolitano, Obama e tanti altri. Ma proprio “uno dei loro”, da quando era ragazzo.

Cresciuto in una fedelissima famiglia democristiana siciliana, Mattarella è poi stato discepolo e strumento del gesuita Padre Bartolomeo Sorge, l’inquietante manovratore di politici italiani. Ex Direttore dell’organo di Stampa dei Gesuiti e Fondatore di una scuola di Politica palermitana intitolata al Papa Nero Pedro Arrupe.
Fu lui, tramite Mattarella, a far fare carriera a Orlando, l’attuale sindaco di Palermo e allievo dell’altro inquietante gesuita Padre Pintacuda. Sì, proprio quell’Orlando grandissimo estimatore e sostenitore di Tsipras.
Ecco, ora in Italia abbiamo un Papa gesuita, un Presidente del Consiglio di stretta obbedienza gesuita e ora anche un Presidente della Repubblica diretta creatura di gesuiti.

Ormai è chiaro chi comanda in Italia no?
E quale potere con ancora più forza continuerà a condurci verso il superstato europeo orwelliano, verso la perdita di sovranità, verso le varie crociate con l’Islam, verso una organizzazione statale e sociale un pò più corretta e ordinata, ma più controllata e meno libera.

Per dominare meglio e ridurre il potere dei loro nemici, i gesuiti, alleati ad una parte importante della massoneria, saranno costretti a diminuire la corruzione, il disordine, la criminalità organizzata.. E di questo, se ci riusciranno, saremo contenti. Quello che ci inquieta è il loro disegno di controllo totalizzante della politica, della Scienza, della Cultura, per riaffermare il loro potere su tutti gli ambiti della nostra vita.
Ma una cosa non ci faremo controllare: la nostra interiorità, la nostra libertà di fare il bene e di inseguire la verità. Non metteranno piede nel nostro cuore, finché lo terremo vivo con la spinta della libertà e con azioni volte al miglioramento di quello che ci circonda.

Auguri Mattarella. L'augurio che ti facciamo è di sfuggire un giorno dalle grinfie di chi ti ha cresciuto e diventare veramente un servitore del bene della gente.

MA TANTO NON SARAI MAI IL NOSTRO PRESIDENTE !

Così ivi riporto dal web per vostra semplice informazione.