Genere Rock Blog

Blog socioculturale orientato essenzialmente sullo stato reale delle cose. Teorie e punti di vista personali basati sulla attualità e sulla sovranità del singolo individuo. Sapere è potere e chi ama il Rock ama anche e soprattutto vivere la sua indipendenza nel rispetto reciproco e in totale libertà!

Puoi non essere d'accordo su ciò che troverai pubblicato in questo blog ma ricordati sempre che: io non voglio o devo convincerti su nulla e tu non hai bisogno di sapere se è vero o meno!

Work in progress...

venerdì 1 maggio 2015

Conoscere la Massoneria - Il Rito Scozzese Antico ed Accettato



ORIGINI
Domenico Margiotta, senza iniziare dalle origini della Massoneria, spiega, in poche parole, l’importanza della “Massoneria di Rito Scozzese Antico ed Accettato” scrivendo:
«Il Rito Scozzese Antico ed Accettato proviene dal Rito Scozzese di Perfezione che, strutturato in 25 gradi era praticatissimo, nel XVIII secolo, dai framassoni che si applicavano all’Occultismo, in Europa. ...

Fu nel 1761 che l’ebreo Stefano Morin, delegato dal Consiglio dei Sovrani Principi Massoni, sedente a Parigi, ebbe la missione di propagare in America il “Rito Scozzese di Perfezione”. Sbarcò a San Domingo e, là, incaricò due ebrei: Moise Hayes e Francken, il primo, di fondare delle Logge in America del Nord, il secondo, nella Giamaica. ...
Hayes fondò a Boston una Sublime Loggia di Perfezione, della quale fu Gran Maestro, incaricando, poi, un altro ebreo massone, Isacco Dacosta, di fondarne una seconda (1763) a Charleston, nella Carolina del Sud di cui divenne il GranMaestro e a cui succedette il fratello ... Giuseppe Myers. Le due potenze massoniche di Boston e di Charleston, a loro volta, crearono numerose logge e retro-logge nel Nord America che si diedero il nome di Madri-Logge del Mondo unite.

Gli incaricati dai Gran Maestri, della missione di fondare delle Logge nelle regioni in cui era stata loro assegnata giurisdizione, venivano designati col titolo di Deputati Ispettori, di cui ve n’era uno solo per regione.
Il 15 maggio 1781, venne convocata a Filadelfia, da Hayes e Myers, un’Assemblea di questi Deputati Ispettori. In questa Assemblea, si abolì la restrizione di un solo Deputato per regione, il Deputato della Giamaica Franckenfu sostituito da Mosè Cohen che, a sua volta, nominò Deputato l’ebreo massone Isacco Long il quale, troppo attivo per un’area limitata come la Giamaica, passò alla Loggia di Charleston di cui assunse, in breve, la direzione.
Nel 1795, Isacco Long si recò in Europa, abbandonando al colonnello John Mitchell la direzione della Grande Loggia di Charleston. Sei anni dopo, Long tornò in America e vi portò il disegno organizzativo di una sua grande idea che consisteva nella creazione di un Rito in 33 gradi, destinato a divenire veramente universale. Unitamente al colonnello John Mitchell, al dottore Federico Dalcho, ad Abramo Alexander, ad Isacco Auld e ad Emanuele De la Motta, tutti cinque Deputati Ispettori, fondò questo Rito, prendendo il 25° grado del “Rito Scozzese di Perfezione” ed aggiungendovi 6 gradi templari, che comprendevano 4 gradi, presi dall’Ordine degli llluminati di Adamo Weishaupt, più 2 gradi detti di amministrazione, l’ultimo dei quali avrebbe sostituito le funzioni di “Deputato Ispettore”, prendendo il nome di “Sovrano Grande Ispettore Generale”, 33° ed ultimo grado. Isacco Long diede all’opera sua il nome di “Rito Scozzese Antico ed Accettato”, le cui prime grandi Costituzioni furono firmate a Charleston il 31 maggio 1801.

Per rendere duraturo questo Rito, Long lo legò direttamente ai Templari con una leggenda misteriosa. Prima di lui, tutti gli alti gradi della Massoneria avevano usato nel cerimoniale di certe iniziazioni l’idea di dover vendicare i templari condannati nel Medio Evo dal Papato e dalla Monarchia; questo forniva il pretesto per giurare odio a morte all’autorità Regia e al Cattolicesimo. Ma Isacco Long aveva trovato di meglio. Secondo la tradizione, era la Scozia che aveva dato rifugio ai cavalieri templari che riuscirono a fuggire (...). Si pretende anche che i fuggitivi fossero riusciti a comperare dal carnefice la testa del loro Gran Maestro Giacomo Bourguignon di Molay, staccata dal corpo e derubata al rogo. Inoltre, essi avevano messo in luogo sicuro l’idolo mostruoso, nominato Bafometto al quale, nelle loro segrete adunanze, rendevano onori divini.

Baphomet
Arrivato a Charleston nel 1801, Isacco Long vi portò il Bafo-metto dicendo, inoltre, di averlo ritrovato con un cranio che dichiarò essere proprio quello del Gran Maestro Molay. Queste erano le Reliquie insigni, i corpi santi. Long assicurò che il vero Dio del bene, in persona, gli aveva giurato che a codesti resti era legata la vittoria contro il Cattolicesimo. Il Bafometto dei Templari diveniva, così, il PALLADIO che avrebbe fatto trionfare la Massoneria per sempre».

Quando l’ex 33 Domenico Margiotta scrive che i 33 gradi del “Rito Scozzese Antico ed Accettato” (R.S.A.A.) derivano dai 25 gradi del “Rito Scozzese di Perfezione” a cui sono aggiunti «6 gradi templari, che comprendevano 4 gradi presi dall’Ordine degli Illuminati di Adamo Weishaupt, più 2 gradi detti di amministrazione, l’ultimo dei quali prende il nome di “Sovrano Grande Ispettore Generale”»1 sembra che questi 8 gradi aggiuntivi abbiano tre fonti diverse senza una loro propria organicità ed una comune origine.

Ciò che suscita curiosità è che i gradi dell’Ordine degli Illuminati di Adamo Weishaupt sono proprio 8, come riconosciuto anche dal “Dizionario Massonico” di Luigi Troisi che, alla voce “Illuminati” afferma: «... La scala gerarchica degli Illuminati di Baviera era la seguente: (1°) Postulante e Neofita; (2°) Minervale; (3°) Illuminato Minore, (4°) Illuminato Maggiore; (5°) Epopta (Prete illuminato); (6°) Reggente (Principe illuminato); (7°) Mago-Filosofo; (8°) Uomo-Re». E continua dicendo: «Gli Illuminati di Baviera avrebbero potuto definirsi come dei “comunisti spirituali” in quanto nei primi 5 gradi tendevano a sviluppare negli adepti i principi della politica rivoluzionaria, ma negli ultimi 2 gradi riprendevano tutta la tematica iniziatica...»2. Il Dizionario non accenna al 6° grado, forse, perché questo riguarda il potere giudiziario dell’Ordine.
Ora, la prima stranezza è che, mentre Margiotta cita gli ultimi due gradi come “amministrativi”, il Dizionario massonico li definisce come gradi che “riprendono tutta la tematica iniziatica”. Se si considera, inoltre, che il 31° grado del R.S.A.A. rappresenta il “Potere Giudiziario” del Rito, analogamente al 6° grado di “Reggente” degli illuminati; che il 32° grado è del tutto simile al 7° grado del “Mago-Filosofo” degli Illuminati e, infine, che il 33° grado del “Sovrano Grande Ispettore Generale”, detto anche dell’“Uomo-Re” del R.S.A.A. è identico all’8° grado dell’Ordine degli Illuminati anch’esso detto dell’“Uomo-Re”, sorge il sospetto che gli 8 gradi, aggiunti al “Rito Scozzese di Perfezione”, per creare il “Rito Scozzese Antico ed Accettato”, possano essere proprio gli 8 gradi dell’Ordine degli Illuminati di Baviera di Adamo Weishaupt!

Poiché il “Rito Scozzese Antico ed Accettato” è tra i riti più potenti e diffusi nel mondo, la possibile direzione dei suoi ultimi 8 gradi, da parte dell’Ordine degli Illuminati, siglerebbe quel processo di unificazione della Massoneria sotto un’unica e segreta direzione per dare a tutte le diverse Obbedienze non solo un unico centro strategico di comando, ma anche la fucina necessaria per forgiare le armi e armare il braccio per scatenare le rivoluzioni e le guerre, ritenute indispensabili per la distruzione della Chiesa cattolica e per l’unificazione del globo sotto la direzione di un unico Governo Mondiale.
Non erano trascorsi 6 anni dalla fondazione dell’Ordine degli Illuminati che già, nel 1782, l’abilità del Barone Knigge, n° 2 dell’Ordine dopo Weishaupt, riusciva a dominare il Congresso massonico di Wilhelmsbad, indetto dal Supremo Grande Maestro, Duca di Brunswick.

Questo Congresso, pur essendo rappresentato, in massima parte, dalle Logge di Francia e Germania, riuniva i rappresentanti massonici da tutto l’impero britannico, degli Stati Uniti, di tutte le nazioni dell’Europa continentale, dell’impero turco e di tutti i territori coloniali di Francia, Spagna, Portogallo e Olanda.

Questa opera di centralizzazione e di direzione suprema degli altri riti massonici esistenti, da parte degli Illuminati, e la loro regìa occulta negli avvenimenti storici più determinanti degli ultimi due secoli, sono documentati in diverse opere, tra le quali citiamo quella di Nesta Webster: “Secret societies and subversive movements”; il libro di Mons. George F. Dillon: “Grand Orient Freemasonry unmasked”; e l’opera di Sua Em.za il Card. Caro Y Rodriguez di Santiago del Cile: “The mistery of freemasonry unmasked”, di cui W. Guy Carr ci dà questo resoconto: «Pubblicata per la prima volta nel 1925, quest’opera conferma tutto quanto io ho scritto sul modo col quale gli Illuminati hanno raggiunto il controllo della Massoneria universale AI SUOI VERTICI”.
Carr, alla pagina seguente, aggiunge: «Mi spiace far notare che Padre Eilers morì improvvisamente di “attacco cardiaco”, poco dopo aver preso accordi con me per rendere disponibile al vasto pubblico l’opera del Card. Rodriguez»!
Meurin ci offre la sintesi del Codice del R.S.A.A. con la citazione dei Superiori Incogniti: «Né la Legge, né la Proprietà, né la Religione possono imporsi all’uomo; ma di questi tre nemici infami è la Religione che deve essere il pensiero costante dei tuoi assalti, perché uccidendo la Religione noi avremo nelle nostre mani e la Legge e la Proprietà e, così, avremo rigenerato la Società.

«Al 25° grado, Satana sostituisce Cristo sulla Croce, appropriandosi dell’immagine del serpente che ha guarito gli Ebrei nel deserto. Il culto del Dio-Serpente costituisce l’essenza di questo grado e rappresenta la morte del massone, causata dalla malizia del Dio dei cristiani, e la sua resurrezione ad opera di Lucifero, rinascendo come un “nuovo Lucifero”. Dal 26° grado, inizia la terza fase della “grande Opera” della Massoneria: la distruzione dell’Autorità Cattolica e l’incorporazione del massone al “corpo mistico” di Lucifero.

26° grado: Il “Principe di Grazia” o “Scozzese Trinitario”
«L’incorporazione all’esercito degli spiriti demoniaci produce, per così dire, un nuovo Spirito che, per sua natura, deve poter entrare nelle regioni dove abitano i suoi confratelli.
Al massone vengono attaccate alle spalle due ali: egli rappresenta dunque uno Spirito. Con gli occhi bendati si slancia e cade sopra una coperta: il “primo cielo”. Lo si fa passare, poi, nel “secondo cielo” e, dopo essere stato sospeso in aria, lo si fa entrare nel “terzo cielo” alla presenza del Principe delle Tenebre, del Dio-Fuoco che deve vedere “tale qual è”, “faccia a faccia”.
Gli si mostra “la Verità che esce dal pozzo”. Quella “Verità” è rappresentata da una Sorella massona in “costume tradizionale”, “tale qual è”. Essa è la “Dea della Ragione”. Allora, il massone viene lasciato solo con la “Verità”, dopo avergli dato una Freccia, simbolo immondo del dio Cupidine.
Al massone viene insegnato che egli si è librato nelle tre regioni dell’Intelligenza, della Coscienza e della Ragione, che corrispondono ai bisogni politici, sociali e materiali dell’Umanità.
L’essenza di questo grado è la nascita di un “nuovo Lucifero” il quale, dopo aver superato le prime due fasi di acquisizione della Virtù e della Morale massonica, viene ammesso alla fase dell’Autorità massonica, incorporandolo nella schiera dei membri della corte luciferiana.
Al “culto del Fallo” (dio Cupidine) e al “culto dell’Uomo” (“Dea della Ragione”) segue il “culto di Lucifero”.

Nel 27°, 28°, 29° grado si forma l’anima del massone, sradicandogli ogni sentimento religioso e indicandogli la Religione, la Legge e la Proprietà come i nemici acerrimi da combattere, e incorporandolo alla corte di Lucifero, al 29° grado, con un giuramento di cieca obbedienza.

27° grado: Il “Sovrano Commendatore del Tempio”
«Il Candidato viene ricevuto tra i membri della corte infernale e ne diventa il Cortigiano. Lo si conduce nella sala “legato” per fargli capire che egli è ancora sotto il giogo delle “passioni” (e cioè dei suoi “pregiudizi” religiosi e politici), e poi lo si slega per mostrargli la differenza tra uno schiavo ed un uomo libero. La “morale” di questo grado è la libertà politica, ma questa si ottiene solo con l’obbligo di “obbedire sempre agli ordini che gli saranno trasmessi in modo gerarchico”. Egli deve aiutare e sostituire, con la sua cieca obbedienza, l’autorità e il governo della società profana, quando ne sarà venuto il momento».

28° grado: Il “Cavaliere del Sole o Principe Adepto”
«I nostri Principi Adepti proclamano la necessità del “regno del razionalismo”». «In questo grado, simulando il giorno della creazione, incoronandolo come tredicesimo nella Gerarchia celeste, al Candidato si svela il segreto della Natura ch’egli comprenderà solo se saprà liberarsi dal giogo delle sue credenze religiose e se prenderà lo spettacolo della natura pura e la sua intelligenza per sole regole della sua fede. Il Candidato è ammesso al libertinaggio più infame, sotto la figura saliente di puri spiriti, e alla comunicazione magica con gli spiriti satanici».

29° grado: Il “Grande Scozzese di Sant’Andrea”
«In questo grado si esige al Candidato che pieghi il ginocchio davanti al Grande Architetto, il dio della Massoneria.
Si affida al Candidato il vessillo dell’Ordine del Tempio; tre uomini mascherati tentano di impadronirsene ed egli lo difende vittoriosamente. Ne viene lodato e gli si fa prestare giuramento di lottare contro ogni usurpazione di potere religioso, politico o militare, rappresentata dai tre uomini mascherati. Con l’adorazione del Baphomet, gli si insegna il “culto panteistico della Natura” e l’arma della corruzione “l’anima non è responsabile per i peccati della lussuria, dell’intemperanza, ecc. commessi dal corpo”».
La santificazione massonica del Candidato è completa! Ora, egli ha davanti la guerra aperta contro Dio!

I gradi 30°, 31°, 32° sono quelli più misteriosi in cui si forma l’intelligenza del massone, la quale deve essere usata per muovere guerra aperta contro Dio, contro la Sua Chiesa e il Suo Ordine politico e sociale nel mondo.

30° grado: Il “Cavaliere Kadosh”
«I nostri Kadosch effettuano l’emancipazione sociale dalle unghie infami dei preti e dei re».
Il massone, in questo grado, riceve il “dono dell’intelligenza” la quale, per la Cabala, esce dalla “Sapienza”.
«L’uomo giudaico-politico, già formato moralmente nei tre gradi precedenti, è ora armato contro Adonai e si abbandona alla guerra aperta contro Dio. Nelle rivelazioni che gli si fanno sull’Ordine decaduto dei Templari e sulla vendetta terribile che la Massoneria si è imposta ed ha votato a causa della soppressione di quest’Ordine, gli si fa riprendere l’adorazione del loro dio: il “Baphomet”».
Per il massone, ha inizio il “culto di Lucifero”!
«Nella “Camera bianca”, dopo essersi sottomesso a Lucifero e aver abbassato il vessillo dinanzi alla sua immagine, il “Baphomet”, il massone riceve l’ordine di adorarlo e di offrigli, in ginocchio, il sacrificio dell’incenso profumato». Dopo l’invocazione alla Sapienza onnipotente, il candidato viene ammesso al “Tempio della Sapienza” (...). L’Uomo giudaizzato è incorporato ai Sacerdoti Sacrificatori di Lucifero; egli è santificato e diviene “Santo Kadosh”. Come tale, egli ha il diritto di commettere anche degli omicidi in onore del Grande Architetto». «Nella “Camera nera”, dopo avergli bendato gli occhi, gli si fa immergere il pugnale nel cuore di ciò che gli si assicura essere un traditore dell’Ordine». «Alla tomba di Giacomo Molay, Gran Maestro dei Templari, davanti ad un Trono, il massone deve calpestare la corona reale e la tiara pontificia, dimostrando che la vendetta dell’Ordine cade sul potere pontificale e quello reale, per combattere ad oltranza e sempre ogni ingiustizia ed oppressione che procedano da Dio, dal Re, dal Popolo, e, questo, in virtù e per stabilire del Governo dell’Ordine massonico». «Nella “Camera rossa” egli monta la “Scala misteriosa” dei 7 gradini, sui quali sono scritti i nomi delle 7 scienze», tra le quali non vi è la Religione.
L’emancipazione sociale “dalle unghie infami dei preti e dei re”, deve avvenire con l’uso sottile delle 7 scienze per spargere gli errori della Massoneria tra i popoli e per poterli dirigere e governare nel silenzio e nell’ombra.

31° grado: “Inquisitore, Ispettore, Commendatore”
«I nostri Inquisitori propagano la nostra autorità».
«Il massone di questo grado apprende che la “Sapienza massonica” consiste nel legare i piedi e le mani agli usurpatori dei diritti dell’uomo, e nel governare gli esseri umani e dominarli tramite il segreto che sottrae questo governo agli occhi del mondo profano. Dopo avergli fatto scorgere la sua partecipazione al governo del mondo, il Presidente fa prestare al candidato il “Giuramento del Noviziato”. Col ginocchio destro a terra, col petto nudo e tenendo con la mano sinistra sopra il suo cuore la punta di un pugnale, il massone giura: Io prometto e giuro obbedienza alla Santissima e Indivisibile Trinità (...).
Allora il Presidente, con una leggera pressione della punta del pugnale puntato al petto, gli causa una leggera ferita sanguinante. Concluso questo patto cruento il candidato è formalmente accettato al Noviziato».
Ma qual è questa “Santissima e Indivisibile Trinità”?
«La materia del mondo è esistita ed esisterà in tutta l’eternità in “Santa Trinità”, cioè nell’unità di tre elementi: il mascolino Fuoco, il femminino Acqua e il neutro Terra. (...). I tre elementi primari, con la divisione dei sessi in due, danno il numero di cinque, principio di ogni formazione del Corpo del Mondo.... Sviluppati dalla forza del Fuoco, gli elementi producono tramite l’Aria, l’Anima del Mondo e, mediante la Luce, lo Spirito Santo del Mondo... “Corpo”, “Anima” e “Spirito Santo” del mondo formano una seconda “Santa Trinità” che s’incorpora nell’Uomo-Dio.L’Architetto dell’Universo (cioè Satana), col Patriarca del Mondo (potere spirituale) e con l’Imperatore del Mondo (potere temporale) formano la terza “Santa Trinità”.
Ecco l’antica forma del Giuramento di questo grado:
«Io sprezzo i vincoli carnali che possono legarmi ancora al padre, madre, fratelli, sorelle, sposa, parenti, amici, amiche, re, capi, benefattori e qualsiasi uomo al quale io abbia promesso fede, obbedienza, gratitudine o servizio.
Io giuro di rivelare al nuovo Capo tutto ciò che avrò veduto, fatto, inteso, appreso o indovinato, e anche ricercare e spiare ciò che si presenterebbe ai miei occhi. Io giuro di onorare l’acqua tofana (veleno sottile) come un mezzo sicuro, pronto e necessario, per purgare la terra con la morte e col rendere stupidi coloro che cercano di avvilire la verità e di strapparla dalle nostre mani».
«Terminato il Noviziato, il massone è ammesso tra gli Inquisitori, Ispettori, Commendatori, la cui Sapienza deve esercitare la Supremazia Giudiziaria dell’Ordine.

32° grado: Il “Principe del Reale Segreto”
«I nostri Principi del Reale Segreto stabiliscono e difendono la nostra autorità». «Questo è il grado della supremazia esecutiva dell’Ordine». «Il 32° grado è il grado ebreo per eccellenza. Invece di “Principe del Real Segreto” si dovrebbe chiamare “Principe dell’esilio”... per ricordare le due disgrazie nazionali del popolo ebreo: l’esilio di Babilonia e la distruzione del Tempio di Gerusalemme... L’idea generale di questo grado è la marcia verso la Terra Santa per riconquistarla e per ricostruire il Tempio di Gerusalemme».
In termini più comprensibili, lo scopo di questo grado è quello dell’unificazione politica del mondo attraverso l’unificazione religiosa che ne è la sua essenza. Le chiese d’Occidente devono essere secolarizzate e riunificate nella religione mondiale giudaica, detta “Mosaismo d’Israele”; una religione civica, scientifica e laica. In un parola, la religione massonica. Ecco la prospettiva della fine del Cristianesimo, nelle parole dell’ideatore dell’O.N.U., l’ebreo Jean Izoulet: «Il Cristianesimo è un mosaismo inconsciamente camuffato per l’uso del mondo pagano e che, in tal modo, ha conquistato a Israele 650 milioni di anime».
L’idea del 32° grado è di stabilire l’autorità massonica scalzando la Religione Cattolica sostituendola con un’altra religione:
quella satanica che scaturisce da questo grado.
Il candidato viene interrogato sul significato simbolico dei tre uccelli: il corvo (nero), la colomba (bianco), la fenice (rosso):
«Il piano generale della Massoneria comprende:
  • 1°) (nero) la distruzione dell’ordine attuale del mondo;
  • 2°) (bianco) la creazione di un’Impero giudaico-massonico;
  • 3°) (rosso) la conquista dell’universo per Lucifero trionfante su Dio».
«L’esilio di Israele simboleggia l’esilio di Lucifero nel fuoco eterno». Ecco, infatti, la preghiera finale fatta a Lucifero al termine della cerimonia rituale: «Solo e vero princìpio di tutti i lumi, Fuoco Sacro, che fecondi e conservi l’universo, Essere potente... possiam noi renderti il tuo antico splendore e riedificare il Tempio che il più sapiente dei re aveva innalzato alla gloria del monarca dei cieli!». Ecco la religione simboleggiata dai tre uccelli: «la fenice è l’universo che si rinnova eternamente, formato dalla colomba e dal corvo, i due princìpi del Bene e del Male. È la grande menzogna panteistica della trasformazione eterna di tutto... dalla quale deriva l’auto-deificazione dell’uomo: l’Uomo Celeste o Uomo-Dio...». Il trionfo di Lucifero su Dio porterebbe alla distruzione totale della civiltà!

33° grado:“Uomo-Re” o “Sovrano Grande Ispettore Generale”
«I nostri Grandi Ispettori esercitano la nostra Autorità».
«Nella sua ultima istruzione, indirizzata ai capi di tutti i Supremi Consigli, come ai Grandi-Orienti e Grandi Logge di tutti i Riti, riuniti sotto la sua suprema direzione, l’Imperatore-Papa e Gran Maestro Supremo della Massoneria Universale, Albert Pike, illustra a cosa deve tendere l’Autorità esercitata dall’Uomo-Re: “Nella framassoneria vi sono due parole: Ordo ab Chao, che è il motto divino del Grande Architetto dell’Universo, e Deus Meumque Jus, che è il motto umano degli Alti Iniziati. Il Grande Architetto, organizzando l’universo, ha tratto l’ordine dal caos”. Nel suo linguaggio a doppio senso, si afferma che Lucifero ha creato il caos morale con la sua insurrezione contro Dio... e l’ordine che ha portato non è altro che l’organizzazione del male e l’arruolamento di tutti coloro che egli ha pervertito per propagare la sua ribellione contro Dio».

Pike spiega poi il significato della seconda parola, usando le sole iniziali:

D... M... I... :

«Questo motto lo spieghiamo esotericamente per:
Distruzione, Materializzazione, Imposizione. Cioè, Imporre, col lavoro massonico, la Distruzione di tutto ciò a cui la Materializzazione non arriva. I tre puntini significano che il lavoro è triplice: Distruzione della Superstizione, Tirannia politica e Antimassonismo; Materializzazione delle Coscienze, dello Stato, dell’Insegnamento; Imposizione alla Famiglia, alla Nazione, all’Umanità».
«Niente di più eloquente che le due parole di questo grado siano interpretate dall’Imperatore-Papa come: Imposizione, con l’audacia, l’astuzia, la violenza; Materializzazione, col disordine, la corruzione, l’ambizione; Distruzione, con l’impoverimento, la calunnia e la morte della Chiesa Cattolica, degli Stati e di tutto ciò che non è massone.
E sarà così che si effettuerà la speranza d’Israele decaduto (...) ed è così che Lucifero, che ha solo di mira lo stabilimento del suo Regno sul caos della distruzione dell’opera di Dio, vedrà soddisfatta la sua ambizione!».

Conoscere la Massoneria ... a cura del dott. Franco Adessa

Così ivi riporto dal web per vostra semplice informazione.